Chef in the City
Press  Gallery  Albo d'oro  Rassegna stampa


Comunicati stampa

Mousse ai tre cioccolati batte millefoglie: la 21enne Giulia Sbrega vola in semifinale


04/02/2016

Fano (PU), 4 febbraio 2016 – Ha solo 21 anni ma una grandissima passione per i dolci tanto che se arrivasse una chiamata da un pasticciere sarebbe pronta a lasciare l’università pur di seguire il suo grande sogno. Seppur giovanissima Giulia Sbrega ha una grande determinazione ed anche quella le è stata utile ieri sera al Caffè Centrale per battere nel terzo quarto di finale di Chef in the City la biologa Cinzia Rogo al termine di una sfida molto equilibrata. 

 

Le due concorrenti hanno infatti presentato dolci di altissimo livello e non è stato semplice per la giuria tecnica, ed anche per quella popolare, decidere quale delle due premiare. Alla fine ha vinto Giulia con il suo “Tracce di te”, una mouse ai tre cioccolati impeccabile dal punto di vista della tecnica e del gusto. Cinzia, che ha presentato un’ottima millefoglie al caffè con pralinato alle nocciole dal titolo “Caffè? No grazie”,replicas relojes si è dovuta accontentare del premio di consolazione offerto da Arredare la Tavola.

 

“Sono davvero felice –racconta Giulia – adoro fare dolci. Ho iniziato all’età di 16 anni e mano mano la passione è cresciuta. Mi ispiro a Luca Montersino, che prima ho visto in tv e poi dal vivo quando ho partecipato ad un suo corso a Torino. Mi piace sperimentare cose nuove ed anche nella mousse che ho presentato al Caffè Centrale ho cercato di essere originale”. Anche se è stata sconfitta Cinzia è ugualmente sorridente perché è consapevole di essere uscita dal gioco a testa alta. “Una bella esperienza, desiderano entrare almeno una volta in un laboratorio professionale e grazie a questo evento ho avuto la possibilità di farlo”.

 

Le due creazioni pasticciere sono state servite al termine di un aperitivo cena preparato magistralmente dal Caffè Centrale e composto da affettati misti con bruschetta e formaggi, dagli spaghettoni con ragù di salsiccia,radicchio e funghi realizzati con Pasta di Montagna e da un arrostino di tacchino con rucola e glassa di aceto balsamico. Ad accompagnare i piatti e i dolci sono stati i vini della Cantina Cignano di Isola del Piano, i Bianco Assoluto 2013 e L’Irrequieto.

 

Stasera la giuria tecnica formata da Andrea Urbani di Guerrino, Matteo Cavazzoni dell’omonima pasticceria e Francesco Dionisi del Bon Bon, e quella popolare, sono attesi dall’ultimo quarto di finale in programma al Bon Bon a partire dalle ore 20,15. A sfidarsi saranno la farmacista Francesca Tinti e l’operaia Loretta Mezzolani.replicas de relojes E’ ancora possibile prenotare un tavolo allo 0721.807277.

 

Per tutti i partecipanti sono previsti premi forniti da Arredare la Tavola, mentre Zenaide Viaggi ha messo in palio, ad estrazione, per tutti i clienti delle serate un viaggio per due persone in una città italiana o europea. Oltre a questi partner la versione pasticciera di Chef in the City può contare anche sul contributo di Biondi Alcide Eredi, Nautilus, Metaurense Servizi, Lagostekne, Latticini Giuliana, Mamastyle.

www.cheapmenswatches.org

www.findsalewatches.com





Torna indietro

Mousse ai tre cioccolati batte millefoglie:   la 21enne Giulia Sbrega vola in semifinale







Chef in the City è la prima gara di cucina amatoriale della provincia di Pesaro e Urbino.